AUTOSVEZZIAMOCI

Come mi svezzo?

“Io mi svezzo da solo” oppure “seguo uno schema di svezzamento”? Immaginate la storica voce del bambino di “Senti chi parla” e vostro figlio/a seduto/a sul seggiolone che vi guarda con faccia enigmatica e un ghigno all’occhio…con la nuvoletta da fumetto che esce dalla testa e vi pone questo interrogativo….

Credo che i bambini non debbano avere questi problemi, ma essere spensierati e liberi….liberi di assaggiare, di sporcarsi le mani, di maneggiare, di toccare, di far cadere a terra, di raccogliere e riassaggiare….e risporcarsi il volto, la maglietta, il pantalone o la gonnellina tutta fiorata! Il cibo non può essere un’imposizione, ma deve essere un’esperienza graduale compartecipata!

Voglio raccontarvi in breve la mia esperienza.

Ho allattato mio figlio Giorgio, che adesso ha un anno, fino a sei mesi. Dopo questo periodo di “solo latte materno”, io e il suo papà abbiamo iniziato a farlo sedere con noi a tavola (lui sul seggiolone ovviamente!!!)…quello che è successo è stato sorprendente….senza forzature, senza ricette particolari, senza orari e schemi precisi da seguire, ha iniziato a mostrare curiosità verso quello che mangiavamo noi, allungando le mani per portare alla bocca gli alimenti presenti sulla tavola. Quando capivamo che una cosa gli piaceva, la sminuzzavamo nel frullatore e gliela facevamo mangiare…è così che è iniziato il suo svezzamento! Frutta e verdura di stagione, e poi carne, pesce, legumi… Come noi, un piatto unico completo a pranzo; un piatto proteico (secondo) con verdure a cena.

Così io, Giorgio e il suo papà abbiamo iniziato a vivere il momento della “pappa” come un momento di gioia, di sorrisi, di racconti…e di cibi sani per tutti!

Vi lascio con un video in cui ho voluto condividere con voi una ricetta “facile facile” che spesso cucino per il pranzo di tutte e tre!

      Cosa ne pensate? Aspetto i vostri commenti e le vostre esperienze!

      3 COMMENTS

      • Mariarosaria ha detto:

        Complimenti proprio una rubrica interessante. Mamma nn seguirò te e il tuo giorgio. Io a dire il vero ho un po’ di difficoltà con la pappa del mio bambino di 1 anno appena compiuto; lui è poco interessato al nostro cibo e non vuole masticare….si rifiuta di assaggiare sapori nuovi. Un bacio a presto

      • Mariarosaria ha detto:

        Scusa volevi scrivere mamma anna seguirò te e il tuo giorgio. Il t9 mi ha corretto in automatico il testo

      • Gio ha detto:

        Brava mammAnna.. I bambini hanno diritto di scegliere e di apprendere attraverso esperienze sensoriali libere da schemi e freni dell’adulto.

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *